Un posto vuoto

Arcobaleni tornano
a segnare nuove strade
camminando piano
a volte in fretta
ho riempito spazi
imparato nuovi passi
dato tempo al tempo
l’ho perso e poi ripreso
ho trovato il mio eco
dato un disegno al suono
ho incorniciato quadri
finalmente finiti
ho riempito pagine
e strade
di piccoli mattoni
che ora hanno preso forma
tra una lacrima e un sorriso
aperto varchi tra pareti ghiacciate
ho scaldato inverni
e raffreddato estati
colorato di colori nuovi speranze perse
ricostruito i sogni

eppure
recinto ancora ricordi
che non scavalchino gli argini
giro lo sguardo quando bussa un sospiro
rimasto appeso
su quel sentiero
ora il cielo è sereno

eppure
un desiderio latente
che fingo di ignorare
a volte spinge
domanda insistente
perché non avrà risposte

eppure
chiudo a chiave respiri
rimasti a mezz’asta

si è calmato il vento
eppure
è rimasto
un  posto vuoto
accanto.

Karen Lojelo

Enhanced by Zemanta
Filed under: poesiaTagged with: , , , , , , , , , , , , , , ,