Margherita. L’amore uccide lentamente

 

  • Copertina flessibile: 149 pagine
  • Editore: Independently published (12 settembre 2018)
  • Collana: RACCOLTA
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 9781718006973
  • ISBN-13: 978-1718006973
  • ASIN: 1718006977
  • in vendita su AMAZON.COM

 

Margherita è un personaggio nato non a caso un giorno di primavera. Un alter ego, uno sfogo diaristico, il personaggio immaginario di ogni possibile racconto, ma soprattutto una donna con tutte le sfaccettature e incongruenze che noi donne sappiamo di avere e che voi uomini cercate di capire.

 Tutto cominciò quando un collega scrittore chiamò me, per gioco, signorina delle margherite.

 Forse per colpa di un cespuglio fiorito che si trovava davanti alla casa in cui all’epoca vivevo o forse, più perché aveva colto in me un’indole interiore che si addiceva a quell’appellativo.

 Di lì a poco in parecchi iniziarono ad apostrofarmi così, un’altra amica scrittrice mi dedicò un racconto chiamandomi allo stesso modo e da allora la signorina delle margherite, che è poi divenuta Margherita, ha preso vita; inizialmente come sola comparsa in alcuni brevi racconti, per poi passare al centro della scena, raccontata da una voce narrante in alcuni brani che fino adesso erano sparsi e infine lei stessa ha cominciato a scrivere dei veri e propri monologhi.

 Già da diverso tempo alcuni lettori affezionati avevano iniziato a chiedermi quando e se avrei pubblicato un libro su Margherita, lei ha avuto fin da subito il suo seguito ma non avevo mai pensato seriamente di scriverne un libro perché non avrei saputo come proporlo non rientrando in un genere ben definito, non sono veri e propri racconti, non sono nemmeno del tutto poesie.

Però qualcuno ha detto che era bello e alla fine questo mi ha convinto valesse la pena tentare, in fondo il fatto che non sia nulla di già definito potrebbe essere la sua forza e forse lo è sempre stata.

 Quindi cominciamo così, con i primi racconti in cui lei era solo una comparsa fino a snocciolare, tra prosa e poesia, la sua vera storia. Vi presento Margherita.

 

Sono Margherita.

Rinasco ogni primavera e vivo aspettando sempre un altro maggio.

Sono Margherita, sono Anna, sono Sara, sono Francesca, sono tutte voi

O forse non sono nessuno.

Sono quella che promette di rimanere per sempre mentre sta già preparando le valigie.

Sono una principessa sbagliata.

Sono quella di c’era una volta un filo, ma poi si è spezzato.